L’endocerviscopia rappresenta una nuova tecnica diagnostica per lo studio del canale cervicale in pazienti affette da patologie preneoplastiche della cervice uterina. Negli ultimi anni, l’esteso utilizzo della citologia cervico-vaginale, ha evidenziato una elevata incidenza di lesioni precancerose, ed anche francamente cancerose, a carico del collo dell’utero di soggetti appartenenti a fasce di età sempre più giovane. Ciò sarebbe da mettere in relazione alla maggiore diffusione dell’HPV.
Da ciò deriva la necessità di eseguire interventi ultra conservativi per cercare di preservare la fertilità nelle donne giovani affette da lesioni intraepiteliali della cervice. A tale scopo, proponiamo l’impiego di questa nuova tecnica, per l’esplorazione del canale cervicale, che si propone di superare i limiti della colposcopia adoperando la strumentazione isteroscopica ed i principi e la classificazione colposcopica delle lesioni.